Marche

Marche

Consorzio

CONSORZIO DI TUTELA DELLA CASCIOTTA D'URBINO PDO
Via A. Manzoni, 25
61049 URBANIA (PU)
Tel./Fax +39 0721 87981
corriere incontri

Storia

Tra i documenti storici che testimoniano l’antica produzione della Casciotta d’Urbino, troviamo un carteggio tra Michelangelo Buonarroti e l’amico fedele Francesco Amatori di Casteldurante (attuale Urbania) dove si citano le casciotte prodotte per la mensa dell’illustre artista. Infatti, a Urbino, da sempre si trovano le “Casciotte”, piccole forme di formaggio da consumare fresco, dopo una breve stagionatura, confezionato con latte misto vaccino e ovino. Nel territorio dell’antico Ducato, da Gubbio a Cantiano, da Cagli alla Valle del Metauro fino a Carpegna, la montuosità abbinata all’abbondanza delle sorgenti favoriva numerosi pascoli, dove era naturale l’allevamento ovino e bovino.

Caratteristiche

L’area di produzione della “Casciotta d’Urbino” coincide con l’intera provincia di Pesaro – Urbino. Una zona peculiare per il pascolo estensivo, caratterizzata da particolari erbe montane, da una flora ricca e variata a vegetazione discontinua, da una ricchezza di terreni erbosi a base di graminacee, che fornisce l’alimentazione delle pecore e delle mucche.

La Casciotta d’Urbino ha forma: cilindrica a scalzo basso con facce arrotondate e un diametro tra i 12 e i 16 cm. e pesa dagli 800 ai 1200 grammi circa.
Il colore della pasta è bianco-paglierino mentre la struttura molle e friabile caratterizzata da lieve occhieggiatura.
La crosta è sottile, dello spessore di circa 1 mm. e di colore paglierino.
Il sapore è dolce, caratteristico della miscela del latte di provenienza e della breve stagionatura di 20 giorni.
All’atto della sua immissione sul mercato deve essere munito del contrassegno indicato nel Decreto di riconoscimento, a garanzia della rispondenza del prodotto alle specifiche prescrizioni normative.

Conservazione

Una volta tagliata la forma di Casciotta d’Urbino deve essere protetta con la pellicola di film trasparente e conservata ottimamente in frigorifero, alla temperatura di 4-8°C per alcuni giorni. Usato come formaggio da tavola; prima di servirlo, si consiglia di lasciarlo almeno un’ora a temperatura ambiente.

Ricetta

INVOLTINO DI VERDURE CON CASCIOTTA D’URBINO E ZABAIONE DI PISELLI

Ingredienti per 4 persone:
50 gr. di Casciotta d’Urbino
50 gr. di carote
50 gr. di peperoni
50 gr. di zucchine
2 foglie di lattuga
10 gr. di burro
1 pizzico di sale
1 pizzico di pepe
1 uovo sodo
10 gr. d’olio extra vergine di oliva
50 gr. di piselli
50 gr. di panna da cucina

Procedimento:
Tagliare le carote, le zucchine e i peperoni in listarelle, disporre sulle foglie di lattuga la Casciotta d’Urbino ammorbidita con la panna da cucina e uniformemente disporre le verdure. Salare e spalmare abbondantemente con il burro sciolto in precedenza, quindi avvolgere la lattuga attorno alla Casciotta d’Urbino formando dei rotoli. Far raffreddare in frigorifero per circa un’ora.

Per lo zabaione
Frullare per qualche minuto l’uovo, i piselli in precedenza lessati, l’olio e un pizzico di sale e pepe fino a ottenere una crema omogenea. Stendere due cucchiai di crema per ogni piatto, quindi tagliare l’involtino di fette di almeno 3 o 4 cm e disporle sopra la crema.
Servire subito.